Arte all'Arte, didattica per vedere
di Adele Cappelli

La necessità di sviluppare un percorso didattico collegato a questa manifestazione è nata tenendo conto di alcune premesse quali la volontà di rafforzare il legame tra l'arte e il territorio e dalla voglia di condividere ed estendere il piacere di "indagare" sull'arte attraverso approcci differenti grazie alle molteplici possibilità di fruizione che essa offre.

L'arricchimento dei propri percorsi visivi, in questo caso attraverso la conoscenza di meccanismi di produzione dell'opera d'arte, è quel qualcosa in grado di fornire ad adulti e bambini chiavi di lettura utili per una migliore comprensione dei fenomeni legati allo specifico della cultura visiva (sistemi di comunicazione vari mass media), ma può anche "semplicemente" suggerire un modo pi attento e critico per guardarsi intorno.

Manifestazioni come Arte all'Arte possono diventare un ricco materiale didattico per scuole e insegnanti (dalle scuole materne alle medie superiori) in quanto utile fonte di stimoli creativi e fantasiosi, per percorsi interdisciplinari. Percorsi che possono far interagire la vita del comune coinvolto con i meccanismi di "produzione" creatività degli artisti che in esso intervengono installandovi le proprie opere, all'insegna del confronto tra tradizione locale e attualità della loro ricerca.

L'arte nei comuni luoghi "cittadini" diventa cos una piacevole intromissione nel quotidiano che permette di vedere l'opera dal "vivo", senza la "finzione" delle immagini riprodotte, e dà la possibilità di apprezzare la ricchezza espressiva dei suoi linguaggi, fornendo contemporaneamente informazioni sull'artista e sul suo lavoro. L'obiettivo del progetto pertanto è di evidenziare l'importanza dell'arte nella didattica scolastica e le straordinarie possibilità offerte da quest'ultima nel settore educativo, sottolineando le relazioni e le differenze tra "antico" e "nuovo", dando alla storia la possibilità di dialogare con la contemporaneità e viceversa, attraverso un approccio ludico e l'esperienza del fare.

L'iniziativa, attraverso incontri teorici, laboratori didattici e corsi di formazione rivolti alle scuole, avvicina bambini, ragazzi e adulti alle opere realizzate dagli artisti e offre spunti per rendere meno ovvi gli aspetti della quotidianità, per allontanare i facili stereotipi e per arricchire le capacità critiche e di ricerca espressiva; nello stesso tempo vuole suggerire agli insegnanti metodi nuovi ed efficaci per un "gioco" da inventare insieme ai ragazzi grazie all'uso di insoliti materiali didattici, ricavati dalle opere esposte.

 
   
   
 
   
   
   
   
   
   
© Arte Continua 1996-2002. Per le opere il © copyright è degli artisti
Casole d'Elsa
Colle di Val d'Elsa
Montalcino
Poggibonsi
San Gimignano
Siena
index